Le Essenze Floriterapiche Australiane II Parte



L’Infanzia e le tre essenze in sinergia

· Relationship

· Stress Stop

· Concentration


Dal momento che la coppia diadica genitoriale diventa una triade con l’arrivo di un bebè , tutto cambia. Vi è un totale ribaltamento delle abitudini: bed time routine condizionate alle poppate, turni e disponibilità lavorative variabili, lavatrici sempre in switch on, uscite con gli amici sempre più rade. Chi si trova già in questa situazione, sa bene a cosa mi riferisco, chi invece sta per intraprendere questa nuova avventura è fondamentale che rimoduli l’organizzazione quotidiana anche richiedendo l’aiuto, dove necessario, ad amici e familiari più prossimi. L’arrivo di un nuovo bimbo richiede uno sforzo di adattamento non indifferente e i due genitori, come due equilibristi, a piccoli passi dovranno procedere contando l’uno sull’altra per riuscire a gestire lo stress e riorganizzare il nuovo assetto familiare. Tuttavia il cambiamento non riguarda solo la coppia genitoriale, ma anche il bebè che da una dimensione protetta, ovattata e riparata che lo ha accolto per 40 settimane, improvvisamente viene catapultato, più o meno traumaticamente, in una realtà nuova, bombardato da stimoli termici, luminosi, sonori. In questa nuova dimensione il piccolo, mosso anche dall’istinto di sopravvivenza, si dà subito da fare per attivare tutti quei comportamenti volti a favorire l’attaccamento con la figura del caregiver ( che solitamente è riferita alla madre): parliamo di pianto, aggrapparsi, ricerca del contatto visivo.

Eric Erikson, illustre psicologo tedesco del secolo scorso, è considerato uno dei massimi esponenti della “Psicologia del ciclo di vita”, grazie al suo lavoro intenso di ricerca ma soprattutto al successo che derivò dalla “Teoria dello sviluppo psicosociale” . Egli confermando la teoria stadiale di Freud (caratterizzata in 5 fasi: orale, anale, fallica, latenza e genitale), la ripropose aggiungendo altre tre ulteriori fasi che riguardano: la prima età adulta, la seconda età adulta e la vecchiaia. Secondo lo psicologo germanico lo sviluppo dell’uomo è organizzato per tappe e in ognuna di esse è previsto il superamento di compiti evolutivi sia personali che relazionali. Pertanto se questo avverrà, l’individuo potrà accedere alla fase successiva avendo acquisito e maturato le esperienze dell’età; in caso contrario l’individuo si ritroverà a dover affrontare sempre le stesse sfide. Nel Paradigma Eriksoniano l'infanzia è compresa in 4 fasi:

  1. Fiducia –Sfiducia (0-1 anno): l’Attaccamento è il primo, ma anche il più importante dei compiti evolutivi che il bambino si troverà ad affrontare durante la sua infanzia. E’ fondamentale che il bambino sperimenti una genitorialità “sufficientemente buona” (cit. Winnicott) perché la responsività, l’accoglimento ed un’efficace cura parentale verso il bambino costituiscono le fondamenta della “base sicura”, cioè la percezione di protezione, sicurezza e affidabilità , qualità queste che il bambino riconoscendole nel suo caregiver gli permetteranno di poter in un secondo momento staccarsi dalla figura di riferimento per esplorare l’ambiente esterno in sicurezza.

  2. Autonomia- Vergogna (2-3 anni):il momento dello svezzamento dal pannolino segna un altro passaggio importante per il piccolo: da una condizione di indifferenziazione dalla madre, il bambino comincia a ricercare la sua autonomia, ed è attraverso la regolazione emotiva che il piccolo osservando il volto e l’espressività della madre capisce se può allontanarsi dalla sua base sicura e provare a sperimentare l’autonomia.

  3. Iniziativa –Senso di colpa(4-5 anni) : il passaggio dell’edipico, ovvero l’identificazione con il genitore dello stesso sesso e l’attrazione verso il genitore del sesso opposto, favorisce, se gestito con naturalezza, la formazione del senso del dovere e della morale. E’ fondamentale in questa fase aiutare il bambino a riconoscere le emozioni e a gestire la normale curiosità verso la sessualità senza instillare sensi di colpa.

  4. Industriosità-Senso di inferiorità(6-12 anni): la fase che coincide con l’inizio della scolarità rappresenta per il bambino una serie di sfide importanti, tra le quali l'acquisizione di competenze scolastiche, come l’apprendimento della scrittura, della lettura, del calcolo, ma anche quelle sociali come l'inserimento in una comunità scolastica dove le regole e la socializzazione cambiano rispetto alla scuola dell'infanzia.

In questa sfida evolutiva il bambino, se non adeguatamente sostenuto e incoraggiato potrebbe percepire vissuti di inadeguatezza, di inferiorità e scarsa fiducia nelle sue capacità, non riuscendo più a riconoscere le sue attitudini.

In questa fase di costituzione e sviluppo dell’individuo ogni esperienza se non orientata, o non adeguatamente supportata da una genitorialità responsiva e propositiva può interferire sul buon funzionamento individuale, ma anche relazionale.


L’utilizzo delle essenze australiane può rappresentare un valido aiuto sia nel supportare noi come genitori impegnati nella crescita dei nostri bambini, che i nostri figli nell’affrontare le piccole grandi sfide che comunemente ogni processo in evoluzione è destinato a divenire.

Ed allora ecco che le essenze Australiane entrano in azione:

Relationship: “Le 10 essenze dedicate ai Problemi Relazionali

Grazie alla sua composizione permette di :

  • Aprirsi alla socialità in maniera gioiosa ed incondizionata senza aver timore di “farsi del male”(Bluebell);

  • Vivere le relazioni senza farsi condizionare da modelli familiari disfunzionali o esperienze negative del passato (Boab);

  • Favorire il risanamento del legame madre-figlio e aiuta a godere appieno delle amicizie rimuovendo tutte le zavorre emotive che ci portiamo dietro ogni giorno (Bottlebrush).

  • Sviluppare empatia e prendersi cura degli altri, rinvigorisce le relazioni appiattite dalla quotidianità(Bush Gardenia);

  • Predisporci al perdono e al dialogo costruttivo( Dagger hakea);

  • Renderci disponibili ad accogliere il contatto fisico, quando questo è stato vissuto come traumatico o fastidioso, piacevolezza nella fisicità di un abbraccio o predisposizione ad una piacevole sensibilità tattile (Flannel flower);

  • Apportare chiarezza mentale su ciò che desideriamo per noi, migliorando la comunicazione e mettendo in luce le nostre esigenze, focalizzando il nostro senso di interdipendenza e la capacità di non dipendere dagli altri ( Mint Bush).

  • Consolidare ill legame padre-figlio, ma anche favorire con accettazione tutte quelle situazioni che hanno a che fare con norme o regole che difficilmente si accettano(Red Helmet Orchid);

  • Riparare le ferite emozionali causate da perdite, lutti o abbandoni, il rimedio aiuta a conferire calma, accettazione e gratitudine per ciò che si è vissuto( Red Suva frangipani);

  • Ritrovare quell’affettività perduta e rinvigori il desiderio verso l’altro( Wedding Bush).

"A chi è adatto Relationship": Bambini timidi che hanno difficoltà a socializzare per timidezza o modelli familiari disfunzionali e poco socializzanti, in momenti delicati di passaggio come ad esempio l' inserimento a scuola, un temperamento introspettivo; Adolescenti che hanno difficoltà ad accettare le regole ( o in incomprensioni coi genitori); Adulti che hanno difficoltà a comunicare o ad impegnarsi in relazioni serie; Coppie datate che hanno perso l’interesse a causa della quotidianità.


" Stress Stop: “I magnifici 8 che aiutano a contrastare lo Stress

La sinergia di questi fiori lavora in profondità riconnettendoci ai ritmi della natura, quando le giornate non sono lunghe abbastanza per gli impegni che dobbiamo rispettare ed abbiamo la sensazione che il tempo ci sfugga dalle mani.

  • Se l’ impazienza sovrasta sui nostri agiti e sui nostri pensieri, facendoci diventare intolleranti, perché tutto sembra che vada al rallentatore, quando invece noi desidereremmo pigiare sull’acceleratore a tavoletta ( Black eyed susan);

  • Se siamo ossessionati da un pensiero fisso e non riusciamo a calmare la mente, di conseguenza a concentrarci, a prendere sonno o semplicemente a rilassarci e godere anche delle piccole cose (Boronia);

  • Se c’è una tendenza ad accusare problemi digestivi somatizzati a causa dell’eccessivo stress( Bottlebrush);

  • Se abbiamo difficoltà a prestare attenzione, dimentichiamo spesso, e non sappiamo in quale direzione dobbiamo andare perché oberati dai mille impegni(Bush fucsia);

  • Se sentiamo la necessità di placare le preoccupazioni, l’ansia , gli spasmi nervosi e muscolari (Crowea);

  • Se siamo troppo spesso con la testa sulle nuvole e non riusciamo a stare coi piedi per terra, se ci distraiamo facilmente e non riusciamo a orientare i nostri progetti, ma disperdiamo le nostre energie dedicandole a iniziare diverse attività senza portarne a termine neppure una( Jacaranda);

  • Se ci prendiamo troppo spesso sul serio e avvertiamo il bisogno di ritrovare l’allegria e la spensieratezza infantile( Little flannel flower);

  • Per chi è superimpegnato ed ha difficoltà a mantenere l’attenzione alla propria quotidianità e ad assimilare informazioni importanti(Paw Paw).

" A chi è adatto Stress Stop": Bambini che sono in fase di dentizione, disturbi dell'apprendimento, Adhd e iperattività; adolescenti o adulti che hanno difficoltà ad addormentarsi ; in persone di qualunque età che tendono a somatizzare con problemi intestinali e gastrici; per i bimbi che hanno troppi impegni extrascolastici, studenti oberati dal troppo studio e dall'attività fisica, mamme e papà che si ritrovano contemporaneamente a dover mantenere uno spazio per la coppia, l'accudimento della prole, il proprio lavoro, la gestione della casa e ricordarsi di non trascurare anche una vita sociale, ma anche nonni coinvolti in attività ludiche e babysitteraggio verso i nipoti.


Concentration :I big 5 per

ritrovare la lucidità.

A volte la stanchezza ,la privazione di sonno, carenze vitaminiche, turni lavorativi, cambi stagionali, variazioni ormonali o anche l' accudimento di un bimbo o un parente bisognoso di cure sono tutte condizioni che possono portare ad avere un calo nelle nostre prestazioni fisiche , ma anche intellettive.

  • Se avvertiamo la tendenza a distrarci facilmente, e non riusciamo a coordinare adeguatamente il movimento o le parole, come se ci sentissimo annebbiati mentalmente. Ci sentiamo più smemorati del solito e non riusciamo a ricordare delle informazioni importanti, o se studiando riconosciamo di perdere facilmente l’attenzione (Bush Fuchsia);

  • Se nonostante gli sforzi si continua a non memorizzare e si tende ad adottare una rigidità comportamentale ( e di conseguenza sempre gli stessi meccanismi di difesa, cioè quelle strategie psichiche che ognuno di noi adotta per proteggere il nostro "io") ed una ostinazione cognitiva che non consente di accogliere eventuali suggerimenti che potrebbero al contrario facilitare la gestione dei compiti quotidiani (Isopogon).

  • Se la nostra attenzione divisa non riesce a sostenere stimoli di diversa natura sensoriale, pertanto si comincia una cosa e poi la si lascia in sospeso perché siamo attirati impulsivamente a seguire qualcos’altro (Jacaranda);

  • Se abbiamo difficoltà ad assimilare dei contenuti, a ricordare indirizzi, numeri di telefono, o definizioni e facciamo fatica ad orientarci nello spazio soprattutto quando viaggiamo molto e ci sentiamo disorientati nel cambiare continuamente domicilio ( Paw Paw);

  • Se non riusciamo a portare attenzione nei dettagli e siamo distratti o indecisi sulle azioni da intraprendere e ci sentiamo frustrati per questo, spesso è associato un impegno maggiore il quale purtroppo risultando poco produttivo compromette del tutto la prestazione ( Sundew).

A chi è adatto Concentration : Bambini che possono avere difficoltà d’apprendimento; Studenti alle prese con interrogazioni o esami; Adulti impegnati in progetti lavorativi, o periodi di forte impegno mentale e stress lavorativo; Anziani che possono avere dimenticanze e difficoltà a trattenere informazioni; In parallelo con trattamenti logopedici e neuropsicologici per soggetti Dsa , Adhd, Bes.


And last but not the least ...Vi ricordo che per quanto la floriterapia sia sicura, è sempre bene affidarsi ad un consulente abilitato.


Il nostro appuntamento per questa settimana termina qua, vi aspetto il prossimo

venerdì con una nuova escursione, prossima fermata :

L' Adolescenza e il cubo di Rubik +Happy adol, Self confidence, Body beautiful !




Bibliografia:

Erickson E. "I cicli della vita. Continuità e mutamenti" Armando editore, 2018

White I. "Il potere terapeutico dei fiori Australiani" Tecniche nuove,2006

White I. "Essenze floreali australiane" Tecniche nuove, 2004








54 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti